è la rivista del nostro Laboratorio di Lettura e Scrittura creativa.


Il primo numero del 20 dicembre 2019 numero contiene 35 racconti di 11 autori.


Vi proponiamo qui sotto il retro di copertina che raccoglie alcuni passi della pubblicazione n1.

La strada era soffice, tutta coperta di foglie. Mi sono sentita come una principessa che camminava su un tappeto di velluto, ma più bello del semplice colore rosso. Ero protetta dagli alberi e i loro rami si chinavano verso di me.

Nol gaveva studià tanto, ma gaveva la vera sapiensa, quea che ne dona el Padreterno. 

La stanza che preferisco è la mia camera. È il posto dove dopo una giornata pesante mi rifugio…

Per dieci minuti la guardo anch’io. Lei, occhi verdi, mi sorride languidamente…

Fragile equilibrio tra il peso del tuo corpo e la leggerezza mia.

… La sua casa […]. I colori caldi dell’estate ne ricoprivano l’immagine e il ricordo di chi lì ci abitava. La bella stagione mitigava il dolore di quella perdita mai calmata.

Nel mio piccolo ho fatto sposare e convivere diverse persone; mi manca quel rapporto umano e di calore che ho trovato in quel contesto e in quelle persone.

Trovo oscurità, il buio della notte senza stelle. Rosso come conseguenza il fuoco.

Quando passeggio sul marciapiede accanto ad un prato, nonostante l’erba alta, non mi sfugge che spicca in mezzo ad esso un fiore, un papavero rosso.

Questo mi fece riflettere sull’importanza di saper usare le parole a tal punto da far cambiare opinione ad un’altra persona. Mi sentivo menomato e frustrato nel sapere che io non avevo queste capacità, facendo nascere in me tanti perché …

Mettersi comodi su un tronco vecchio, lo ascolti, senti le parole che il tronco ti dice a sua volta: ti parla della sua essenza.


► Vai alla Scheda Laboratorio

Scritture in Divenire